Unlike Stigma - Educazione Terapeutica

Società Italiana Educazione Terapeutica
Educazione Terapeutica
Contributi  dei gruppi
Educazione Terapeutica
Vai ai contenuti
Time for us -Unlike Stigma

Diverse malattie sono biasimate nella società e portano a pregiudizi e discriminazioni verso chi ne è affetto.
Il pregiudizio può portare allo stigma verso la malattia, considerando chi ne è affetto responsabile e colpevole. Questo può interferire con la cura e avere un impatto negativo sulla salute generale dell’individuo.
La famiglia, gli insegnanti, i professionisti sanitari, i media e la società in generale tendono facilmente a stigmatizzare diverse malattie con conseguenze quali: ansia, depressione, scarsa autostima, evitamento dell’assistenza sanitaria, ridotta qualità di vita, suicidio.
Le condizioni stigmatizzate sono abbastanza comuni e colpiscono gran parte della popolazione generale (HIV/AIDS, malattie mentali, diabete, obesità, ecc.) costituendo un ulteriore fardello per chi è già affetto da una malattia.
Il processo di stigmatizzazione parte dall’etichettatura con cui si identificano un gruppo di persone, come ad esempio “malati di mente”, “obesi”. L’etichetta si collega a credenze e pregiudizi che la società può avere nei confronti di quel gruppo, come ad esempio “i malati di mente sono pericolosi”, “gli obesi sono pigri”. Una volta che la persona è stata etichettata spesso viene identificata con quel marchio, con la sua malattia e subisce una vera e propria discriminazione.
Lo stigma verso una malattia favorisce l’interiorizzazione del pregiudizio e la tendenza a rifiutare qualsiasi tipo di cambiamento, a credere che la cura non serva perché lo stato di cose non può cambiare in quanto si è “obesi”, si è “depressi”.
È importante usare un linguaggio basato sulla persona e non sulla malattia, sostituendo quindi i termini “obeso”, “diabetico”, “ansioso”, con “affetto da…”

La Società Italiana di Educazione Terapeutica (SIET) promuove “Time for us”, la campagna “Unlike Stigma” per combattere i pregiudizi e le discriminazioni verso le persone con malattie.
Non dobbiamo vergognarci di essere malati, perché non ne abbiamo colpa.
La malattia non è qualcosa che le persone “sono” ma qualcosa che “hanno”.
La campagna prevede eventi di sensibilizzazione sullo stigma e le principali malattie per aumentare la consapevolezza sui pregiudizi e sull’impatto che hanno sulla vita dei pazienti.

Sei un’associazione di professionisti della salute o di familiari o di pazienti e vuoi aderire a questa iniziativa?
Contattaci scrivendo un’email a: educazioneterapeutica@gmail.com

#nostigma #UnlikeStigma #Timeforus #SIET #educazioneterapeutica


Torna ai contenuti